Laboratori 2019/2020

LABORATORIO DRAG KING

Scopri il King che è in te! Quest’anno il Kolletivo ha deciso di intraprendere un percorso annuale rivolto alla cittadinanza.
Lo spunto di partenza di questo laboratorio sarà l’Odissea di Omero, testo meraviglioso sul viaggio e sulla ricerca di una casa a cui tornare, tematica che Atir ha scelto per il suo terzo anno on the road. In particolare ci faremo ispirare da alcuni brani riguardanti le divinità: il loro immenso e tirannico potere, i loro capricci e le loro spietate vendette, gli amori e i tradimenti.

Partiremo da noi stessi, dalle nostre visioni, dalla nostra fisicità e vocalità. Attraverso improvvisazioni, il lavoro sulla presenza, sulla composizione di un coro, il travestimento ed il trucco, in poche parole, attraverso il teatro, cercheremo il maschio, il KING, che è in noi, per divertirci a riconoscere e smascherare pregiudizi e stereotipi culturali e sociali del nostro essere femminile e maschile.


A CHI E' RIVOLTO

Sono invitati tutti: donne e uomini di ogni età, sesso, genere, forma, chiunque abbia voglia di scoprire e giocare con il proprio lato maschile.

Il corso si concluderà con un saggio che si svolgerà presso Pacta dei teatri di Milano – Salone di via Dini, in via Ulisse Dini 7, dal 25 al 28 maggio 2020 all’interno della rassegna ATIR “Contenuti Speciali”.


CALENDARIO

Tutti i lunedì dal 13 gennaio a fine maggio 2020
(prima lezione di prova gratuita)
LUOGO casa delle Associazioni Via Saponaro 20, Milano
ORARIO Lunedì dalle 20.00 alle 22.00
COSTO 330,00 (iva compresa)
INFO tel. 02 87390039 – 
sociale@atirteatroringhiera.it

Spettacoli 2019/2020

IDENTIKING - Alla ricerca di Identità possbili

In scena Venerdì 13 Dicembre 2019
di e con il Kollettivo Drag King: Roberta Belloni, Francesca Buscaglia, Lorenza Cervara, Fabio Colonna, Jacomo Arrigoni Gilaberte, Gaia Gadda, Antonella Ratti

In Identiking ogni componente del Kollettivo Drag King propone un brano teatrale o musicale con l’obiettivo di esplorare il proprio universo drag. C’è chi crede nel rock’n’roll, chi nella forza del Kollettivo, c’è chi si ribella, chi cerca il proprio posto nel mondo e chi, per quel posto, ha rinunciato a una parte importante di sé.

Attraverseranno l’Odissea del “genere” alla ricerca della “virtute e canoscenza”: uomini coraggiosi, uomini vittoriosi, uomini che non hanno paura di quello che sono e di cercare dentro sé una rappresentazione del maschile.
Basta guardarsi intorno per capire che all’interno dell’universo maschile e femminile, gli uomini e le donne, non sono tutti uguali. Ognuno ha il proprio corpo, la propria esperienza di vita e una diversa e unica soggettività. Possono quindi i ruoli sociali essere delle parti da interpretare? Maschio “sociale” e maschio “biologico” sono la stessa cosa?

La forza e il potere dei modelli emergono quando ci sono esperienze che scuotono le nostre certezze, come la rappresentazione del maschile messa in scena dai Drag Kings.

Un viaggio dentro una trasformazione di genere consapevole, in un tentativo di esplorare la relazione tra cultura e biologia.

DURATA 45 minuti
QUANDO Venerdì 13 Dicembre 2019
DOVE Apres Coup Bistrot – Via Privata della Braida, 5  – Porta Romana – Milano
ORARIO 21:00 – 22:00
INFO E PRENOTAZIONI info@apres-coup.it  02 – 38243105
http://www.apres-coup.it/stagione-teatrale-20192020/

THE DEI AFTER

In scena dal 09 al 12 Gennaio 2020

Una produzione ATIR
di Domenico Ferrari e Rita Pelusio
con Mila Boeri, Cristina Castigliola e Matilde Facheris
regia Rita Pelusio , drammaturgia Domenico Ferrari, cura suono e luci Luca De Marinis, scene e costumi Ilaria Ariemme, immagini scenografia Serena Serrani, assistente alla regia Giulia Sarah Gibbon

L’uomo, il maschio, si è inceppato, non funziona più.
Crisi di valori, perdita di ruolo, paura della vita: l’uomo, il maschio, smarrisce la sua posizione nel mondo, il suo senso di esistere. E si ferma, si immobilizza. Smette di funzionare. Come aggiustarlo? Come ripararlo? E’ ancora possibile, e soprattutto ne vale ancora la pena? Dov’è l’errore, cosa è andato storto?

A questo problema sono chiamati a dare una soluzione tre improbabili dèi: un decrepito Zeus, un Efesto tracagnotto e un ingenuo Ermes.
Sono tre figure grottesche della crisi dell’uomo nel nostro quotidiano: insufficienti, inadeguati, perennemente alla ricerca di un riscatto che non arriva.
Posti davanti a una problema che sembra impossibile da risolvere daranno vita a un confronto-scontro comico e profondo allo stesso tempo, facendo così procedere la storia in un susseguirsi  serrato di dialoghi, giochi linguistici, gags e incastri di ragionamento che smonterà miti e certezza del maschile.

I nostri protagonisti sono tre buffoni contemporanei incastrati in una commedia che prende spunto da varie ispirazioni, dagli studi di Joan Bolen e dal sottile umorismo di “Che cos’è l’uomo” di Mark Twain.

Commedia di ruoli che nasconde in sé un ulteriore sorpresa: i nostri dèi infatti sono impersonati non da attori uomini, ma da tre attrici che, dopo anni di lavoro all’interno del collettivo King del Teatro Ringhiera, hanno deciso di portare in scena, in chiave comica, il maschile che le abita.

Un irriverente gioco nel gioco che non vuole risparmiare niente e nessuno e che promette di farci ridere e pensare.

 

 

DURATA 65 minuti
QUANDO dal 09 al 12 Gennaio 2020
DOVE Teatro della Cooperativa – via privata Hermada 8 Milano
ORARI mar/mer/ven/sab 20.30 – gio 19.30  dom 17.00
INFO E PRENOTAZIONI
info@teatrodellacooperativa.it – 02 6420761

Ascolta l’intevista su Radio Popolare all’attrice comica e regista Rita Pelusio

Il Kollettivo Drag King
GENERE E TEATRO

GENERE E TEATRO

Cosè il genere e che relazione può esserci con il teatro?
Uno strumento utile all’esercizio di una consapevole “Prospettiva di Genere”
[leggi tutto..]

KOLLETTIVO DRAG KING

Quello che facciamo è indagare e mettere in scena il nostro lato maschile, combattendo i tabù, liberandoci dai condizionamenti di genere, giocando in modo spudorato e irriverente.
Il Kollettivo Drag King ha sede al Teatro Ringhiera di Milano ed è inserito nel progetto sociale ATIR.

LA PRATICA DRAG KING

Secondo Judith Butler i soggetti mettono in scena il proprio genere attraverso gli atteggiamenti, il corpo, il linguaggio. Una rappresentazione che ha effetto sulla realtà.
intervista al Kollettivo Drag King
[leggi tutto..]

 

Sul palco

FEELING TO BE A DRAG KING

Progetto fotografico di Antonella Lodedo

Contattaci